WWW.WJJF-FIRENZE.IT

 

...loading

world ju-jitsu federation uk italia SEZIONE DI FIRENZE

Ju jitsu arti marziali ju-jitsu

Benvenuti nel website ufficiale della World Ju-Jitsu Federation U.K. Italia SEZIONE PROVINCIALE DI FIRENZE.
In questo sito troverete tutte le notizie riguardanti il mondo della W.J.J.F. a Firenze, le motivazioni che ci spingono a praticare questa disciplina sportiva e alla conoscenza della sua filosofia. Un form di contatto vi permetterà di rivolgersi direttamente alla nostra segreteria provinciale per informazioni sulla nostra attività sportiva, dove viene svolto l'insegnamento di questa arte marziale di difesa personale, segnalazioni e altro.

Servizi Redazionali per wjjf-firenze Infoweb Italia
Web Designer per wjjf-firenze Paolo Bianchi
Traduzioni inglese Tamara Mitchell @ infowebitalia

Il metodo wjjf
La World Ju-Jitsu Federation U.K. Italia diffonde il metodo W.J.J.F. su scala nazionale come già avviene in altri paesi, attraverso i suoi istruttori qualificati che praticano un sistema di difesa personale di altissimo livello tecnico, assolutamente professionale e moderno. Non a caso, la nostra disciplina viene trasmessa non solo ai civili, ma anche, a tutte quelle organizzazioni che della sicurezza fanno il loro mestiere, e che hanno richiesto il nostro supporto per la formazione dei propri agenti.

Servizi Redazionali per wjjf-firenze Infoweb Italia
Web Designer per wjjf-firenze Paolo Bianchi
Traduzioni inglese Tamara Mitchell @ infowebitalia

infowebitalia network

sitilab networ

MOTIVAZIONI
Perchè fare Ju-Jitsu

Il progresso è un affascinante e misterioso quanto inarrestabile meccanismo, composto da due aspetti: uno positivo, fatto per esempio di battaglie vinte contro malattie importanti oppure di scoperte e invenzioni meravigliose; l’altro, decisamente negativo, come ad esempio il terrorismo in tutte le sue forme, e la conseguente crescita di criminalità e violenza a livello mondiale.
Proprio come una moneta, le cui due facce sono diametralmente opposte, ma tuttavia indivisibili. Come lo Yin e lo Yang del Tao, le due energie universali, la negativa e la positiva.

Andare alla ricerca nel caos moderno, di una via che ci illumini e ci riporti a quei valori che sempre più spesso vengono dimenticati o soppressi, diventa necessario per chi è alla scoperta di se stesso.
Un ottimo mezzo è il Ju-Jitsu.

“Il Ju-Jitsu”

Trovare un motivo collettivo per fare Ju-Jitsu non è semplice, in quanto, ognuno di noi ha esigenze e volontà diverse. Questa disciplina, tuttavia, riesce a dare una chiave precisa per ogni tipo di aspettativa sia fisica che mentale che spirituale.

Il Ju-Jitsu W.J.J.F., che trae antiche origini ma che si rapporta ai giorni nostri con tecniche moderne e da strada, è considerata la più efficace tra le arti marziali, consigliata ai bambini come ottima disciplina psico-motoria, ai ragazzi e giovani in genere come espressione di difesa e rafforzamento della sicurezza interiore, in particolare alle donne, come metodo di difesa personale contro tentavi di stupro e aggressione, agli anziani come metodo di riattivazione psico-fisica.

Infine, la W.J.J.F. è già a disposizione delle istituzioni, come organi di polizia, corpi speciali dell’esercito ed operatori di sicurezza in genere, con tecniche particolari e mirate per il lavoro che devono svolgere. Ad esempio gestire, accompagnare, bloccare, o arrestare un individuo, come già accade in Canada come in Israele, in Inghilterra come in Ungheria ecc.

A tutto questo, dobbiamo aggiungere che l’ambiente dove viene praticata la difesa personale è un ambiente sano e positivo, dove si creano amicizie e contatti, un ottimo luogo dove socializzare diventa naturale quanto spontaneo, contribuendo al raggiungimento dell’ambìto esame che non è solo un passaggio di cintura e di livello, ma anche un occasione di verifica con noi stessi e di conseguente crescita interiore.

Il Ju-Jitsu è un mezzo che ci guida, attraverso gli anni di pratica, alla scoperta di noi e delle nostre potenzialità. E' questo l’unico motivo comune per cui tutti noi lo pratichiamo, e più penetra dentro, e più ne acquisiamo consapevolezza, rafforzando i nostri punti deboli e trasformandoli in punti di forza.

infowebitalia network

sitilab network

LA STORIA
WORLD JU-JITSU FEDERATION FIRENZE

La World Ju-Jitsu Federation (W.J.J.F.), la più grande e prestigiosa federazione di Ju-Jitsu al mondo. Nasce nel 1976 a Liverpool (Inghilterra), ad opera del suo fondatore, il Maestro Robert Clark, più precisamente a Fazakerley, dove è presente tuttoggi la sede mondiale.
Ben presto, questa disciplina si diffonde su tutto il territorio Britannico, fino ad arrivare,ad un numero impressionante di affiliati affascinati da Clark e dallo stile del suo Ju-Jitsu, ma anche e soprattutto dalla sua filosofia, che costituisce l’essenza stessa dell’intera organizzazione, una filosofia basata su tutti quei valori e principi che, ognuno di noi, ricerca durante la fase del proprio cammino, che possiamo semplicemente racchiudere in una sola parola: “vita”.

Il carisma del Maestro e il suo modo di interpretare il Ju-Jitsu unito alla filosofia, fanno sì che il suo stile varchi i confini della Gran Bretagna e avvicini persone di altre nazioni che gli chiedono di poter attingere alla sua fonte inesauribile di conoscenza marziale, costruita attraverso più di trent’anni di esperienze in tutto il mondo, messe a disposizione di chi veramente crede in lui.
Ha inizio così una forte escalation di interesse, che vede i Maestri che oggi sono un punto di riferimento nelle varie nazioni, intraprendere molti viaggi di apprendimento e approfondimento, proprio nella sede mondiale della W.J.J.F., dove il Soke Clark trasmette tutte le sue energie solo a dei prescelti, che nel corso degli anni hanno compattato e consolidato il rapporto con il Maestro.

Oggi la W.J.J.F. è presente in circa cinquanta nazioni in tutto il mondo, con dei referenti nazionali di alta qualità tecnica, proprio come in Italia dove il Direttore Tecnico Nazionale (D.T.N.) M. Stefano Mancini è il punto di riferimento Italiano per il Maestro Clark e per l’intera Federazione Mondiale.

Il D.T.N. Mancini è a capo della World Ju-Jitsu Federation U.K. Italia, braccio italiano della W.J.J.F., che vanta un elevatissimo grado tecnico riconosciuto a livello Internazionale. Infatti il nostro D.T.N. accompagna il Soke Clark in tutte le manifestazioni o stage di carattere europeo e non, sia come docente e allievo diretto del caposcuola, sia come rappresentante ufficiale della W.J.J.F. anche nei casi in cui il Maestro sia impossibilitato a partecipare.

Quindi è proprio per merito del nostro Direttore Tecnico Nazionale, che la scuola Italiana è riconosciuta e apprezzata come tra le migliori nel mondo, sia come espressione tecnica di difesa personale, sia come interpretazione perfetta della filosofia del Maestro Robert Clark.

LA FILOSOFIA
“Il Ju-Jitsu è solo un mezzo” di Robert Clark

Il Ju-Jitsu, l’antica arte marziale dei samurai, è certamente l’arte del sapersi difendere, ma anche un mezzo per conoscersi e conoscere gli altri.
Un mezzo, con cui l’uomo riesce a confrontarsi, sia dentro che fuori se stesso, un mezzo che lentamente si insinua nella parte più profonda di noi e prontamente riaffiora ogni qualvolta necessiti la sua presenza, sia nel momento del pericolo, sia negli attimi in cui diventa importante trasmettere certi fondamentali al prossimo.

infowebitalia network

sitilab network

Attraverso la gestualità dei movimenti e la ricerca della pulizia della tecnica, impariamo per prima cosa a conoscere noi stessi e i nostri limiti fisici, che sono imprescindibili da quelli mentali. In base al principio che il Ju-Jitsu innanzitutto è una disciplina psico-motoria, fino a che non impareremo a gestire il nostro corpo, non avremo mai nè la stabilità, nè l’equilibrio, nè la capacità mentale di reazione ad una aggressione.
Per questo è fondamentale che ognuno di noi impari ed applichi su se stesso, attraverso il “mezzo”, questi concetti, che formeranno le basi per una buona crescita personale.
Il Ju-Jitsu infatti, è praticato in un contesto collettivo, scambiandosi i ruoli di attacco e difesa, quindi percependo a livello psico-motorio e fisico, sia l’azione passiva dell’aggressione che quella attiva, formando così un percorso assolutamente individuale.
Pertanto, è necessario conoscere tutti quegli aspetti positivi o negativi di noi, e imparare a dominarli come ad esempio la paura, la paura di farsi male, la paura di cadere o addirittura la paura dello stare insieme.
La nostra istintiva aggressività, ad esempio, se convogliata nel momento giusto e nella giusta maniera, si trasforma in una forma positiva di energia per la reazione a degli eventi di pericolo, ma tutto questo deve essere scoperto, indirizzato e assolutamente gestito.
Il Ju-Jitsu, è anche un tramite per riscoprire i nostri pregi e difetti, e ci insegna a livellare queste proprietà, ed equilibrare tutti quegli aspetti che normalmente non conosciamo o non vogliamo conoscere e quindi non siamo capaci di amministrare.

Ma, il “mezzo”, è anche un’ottima occasione di socializzazione, dove si creano dei forti legami che vanno al di fuori del Tatami, e a volte addirittura al di fuori di città o nazioni, creando delle vere amicizie, che in alcuni casi durano anni anche se gli incontri fra le parti avvengono raramente e in contesti di stage nazionali o internazionali, ma sempre con profondo rispetto da ambedue i lati.

Comunque ottenere risultati e obbiettivi importanti (ed ognuno di noi ha i propri), non è assolutamente facile, proprio perché, come la vita che ci mette di fronte tutti i giorni a dei nuovi ostacoli da superare, così il Ju-Jitsu ci presenta costantemente il conto, spronandoci a fare meglio ed interagire con esso, riversando nella vita giornaliera, quello spirito positivo che ci permette di proseguire al meglio il nostro cammino.

“Più grandi sono i sacrifici e maggiore sarà la presenza di Ju-Jitsu in noi.”

Servizi Redazionali per wjjf-firenze Infoweb Italia
Web Designer per wjjf-firenze Paolo Bianchi
Traduzioni inglese Tamara Mitchell @ infowebitalia

infowebitalia network

sitilab network